Regione Sardegna

Accesso Civico

Ultima modifica 13 dicembre 2018

Responsabile per la trasparenza ai sensi dell'Art. 43 Decreto Legislativo 33/2013.
MODULO RICHIESTA ACCESSO CIVICO

Usai Dott. Stefano Vicesegretario
Curriculum vitae
Responsabile dei servizi:  Gestione Risorse; Direzione e Affari Generali e Tributi.
Tel: 0783853038
Fax: 078383341 (protocollo)
E-mail: vice.segretario@comune.terralba.or.it
Nominato Responsabile per la trasparenza giusto Decreto Sindacale del 19 luglio 2013 prot. 13672.

Il responsabile per  la trasparenza è figura prevista dall’articolo 43 del decreto legislativo 33/2013  ed è tenuto a svolgere  stabilmente un'attività di controllo sull'adempimento da parte dell'amministrazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, assicurando la completezza, la chiarezza e l'aggiornamento delle informazioni pubblicate, nonché segnalando all'organo di indirizzo politico, all'Organismo indipendente di valutazione (OIV), all'Autorità nazionale anticorruzione e, nei casi più gravi, all'ufficio di disciplina i casi di mancato o ritardato adempimento degli obblighi di pubblicazione.
Inoltre, provvede all'aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e   l'integrità, all'interno del quale sono previste specifiche misure di monitoraggio sull'attuazione degli obblighi di trasparenza e  misure e iniziative di promozione della trasparenza in rapporto con il Piano anticorruzione.
Il responsabile controlla e assicura la regolare attuazione dell'accesso civico.

Accesso civico
L’istituto dell’accesso civico è stato introdotto nell’ordinamento giuridico con l’articolo 5 del decreto legislativo 33/2013.
Ogni cittadino e/o soggetto interessato può fare istanza di accesso civico ovvero richiedere atti e/o informazioni che l’ente pubblico ha l’obbligo di pubblicare ai sensi del decreto citato.
L’istanza, anche informale,  deve essere presentata al responsabile per la trasparenza, non è sottoposta ad alcuna limitazione, non deve essere motivata ed è gratuita. Nell’istanza dovranno essere indicati riferimenti del richiedente eventualmente (è preferibile) anche l’indirizzo di posta elettronica per rendere il procedimento di riscontro più celere ed economico.
In particolare, l’istanza può essere formulata anche per posta elettronica  al responsabile per la trasparenza Usai dott. Stefano, e-mail vice.segretario@comune.terralba.or.it oppure secondo altre  formalità (es. presentata al protocollo dell’ente: e-mail  protocollo.terralba@cert.legalmail.it).     
Il responsabile per la trasparenza, entro 30 giorni deve curare  la pubblicazione nel sito del Comune  del documento o dell’informazione/dato richiesto che l’amministrazione ha l’obbligo di pubblicare ed è  tenuto a trasmetterlo contestualmente al richiedente, ovvero  ha l’obbligo di  comunicare all’istante   l’avvenuta pubblicazione ed il collegamento ipertestuale relativo.
Se il documento, l'informazione o il dato richiesti risultassero  già pubblicati,  nel rispetto della normativa vigente, il responsabile per la trasparenza  indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.
Nei casi di ritardo o mancata risposta da parte del responsabile per la trasparenza, il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo di cui all' articolo 2, comma 9-bis della legge 241/90 che, per il comune di Terralba è il Dott.  Dessanai, Telefono: 0783.8530.249;  Fax: 0783.8530.221; E-mail: polizia.municipale@comune.terralba.or.it    il quale, verificata la sussistenza dell'obbligo di pubblicazione, entro 15 giorni dalla richiesta sollecitata,  procederà ai sensi di quanto sopra evidenziato.
Il  diritto di accesso civico è disciplinato e tutelato dalle disposizioni di cui al decreto legislativo 104/2010
La richiesta di accesso civico comporta, da parte del Responsabile della trasparenza, l'obbligo di segnalare  i casi di inadempimento o di adempimento parziale degli obblighi in materia di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, all'ufficio di disciplina, ai fini dell'eventuale attivazione del procedimento disciplinare.
Il responsabile è tenuto altresì a segnalare  gli inadempimenti al vertice politico dell'amministrazione, all'OIV ai fini dell'attivazione delle altre forme di responsabilità